Più invecchiamo, più il cibo ci fa ingrassare

Con il tempo che passa il nostro corpo non è più quello di un tempo. Più invecchiamo, più il cibo ci fa ingrassare.
Quando eravamo più giovani e decidevamo che era ora di perdere qualche chilo di troppo, ecco fatto. Il nostro metabolismo funzionava alla grande. Ci aiutava a ottenere i risultati sperati in un attimo. Ora non è più così.

Perché più invecchiamo e più diventa complicato perdere peso? Nel nostro corpo avvengono dei cambiamenti ormonali e il metabolismo si adegua. Il corpo inizia a risparmiare energia e accumula grasso che si deposita ovunque. Pancetta, fianchi, cosce e anche seno e braccia.

Come rispondere a questa trasformazione?

Purtroppo, non possiamo permetterci come un tempo di mangiare a casaccio e a qualunque ora. Eravamo fieri di dire che nonostante tutto eravamo sempre in forma. Ora le cose cambiano.
Avremo notato sicuramente che le persone che conosciamo da tempo sembrano più appesantite. Allora ci rendiamo veramente conto che il corpo cambia e con esso dobbiamo cambiare anche le nostre abitudini.

Da giovanissimi, bruciavamo un sacco di energie e man mano che il tempo è passato la quantità è diminuita. I fattori principali sono due:

1 Meno muscoli e più grasso
– A 20 anni e fino ai 30, la percentuale di grasso corporeo oscilla tra il 18% e il 24%
– Tra i 41 e i 50 anni la percentuale arriva al 30% circa.
– Dai 60 anni in su supera il 30%.

Contemporaneamente all’accumulo di grasso avviene una riduzione dei muscoli.
2 Gli ormoni cambiano
Non è un problema solo femminile. Oltre alle cause di disfunzione ormonale dovute alla menopause, anche gli uomini adulti hanno un cambiamento degli ormoni.
Questi sbalzi ormonali causano stanchezza, sonnolenza e fame nervosa. Avviene perciò un aumento di peso.

Con l’avanzare dell’età i nostri ormoni lavorano per farci risparmiare energia poiché non abbiamo la stessa vitalità di un tempo. In queste condizioni accumuliamo adiposità sparse in tutto il corpo. E’ il modo per preparare il corpo alla mancanza di attività.

A partire dai 30 anni è più facile ingrassare
Seguire uno stile di vita sano ci aiuta ad affrontare la vecchiaia con meno problemi. Una discreta attività fisica da svolgere nell’arco della vita riduce i problemi che si presenteranno in futuro. I dolori articolari, l’osteoporosi e i disturbi cardiocircolatori.

Anche se siamo ancora giovani, non dobbiamo eccedere con il cibo. Senza che ce ne rendiamo conto, anno dopo anno, prendiamo dei chili che poi sarà difficile smaltire.

Consideriamo anche il fattore genetico. Se in famiglia ci sono casi di soggetti obesi o lo erano anche i nostri genitori, è bene fare maggiore attenzione all’alimentazione.

Già durante la pubertà il corpo inizia a trasformarsi. Si possono evidenziare le caratteristiche di un corpo esile o tendente al robusto. Stare attenti a tavola è fondamentale ed evitare di condurre una vita troppo sedentaria.

Se si parte da giovani ad avere cura di noi stessi, nonostante il metabolismo rallenta e gli ormoni funzionano male, noi siamo pronti per questo cambiamento.

Dopo i 30 anni gli estrogeni, gli androgeni e il progesterone non lavorano come prima. Per questo che si notano i primi cambiamenti corporei. Il sedere s’ingrassa, i fianchi si allargano e l’addome si gonfia.
Anche le fonti di energia si riducono. Per questo che tendiamo a voler restare più tempo a casa a riposarci.
Optiamo per attività più rilassanti rispetto a un tempo e per questo motivo che iniziamo a prendere dei chili.

Ingrassare non è l’unico cambiamento dell’età adulta
Le calorie di cui il nostro corpo necessita non sono sempre le stesse. Man mano che passa il tempo ne abbiamo bisogno sempre di meno anche in considerazione di quelle che bruciamo.
Se un tempo il nostro organismo necessitava di 1200 calorie circa, dopo i 45 anni non è più così. Pertanto, se continuiamo a consumarne allo stesso modo, tutto si riduce in un aumento ponderale del peso.
Dobbiamo prendere in considerazione il fatto che con l’arrivo della vecchiaia, possiamo soffrire di diabete, osteoporosi, artrite e ipertensione.

Se arriviamo a questa meta in buona condizione fisica, avremo meno rischio di incorrere in patologie. In caso di qualche malattia, il nostro corpo reagirà meglio, perché è in ottima forma.
Oltre a tutti i rischi causati del tempo che passa, è meglio non sommare anche il sovrappeso.
Se da giovani abbiamo fatto sempre attività fisica, questo è positivo per la nostra salute futura. Se, al contrario, non siamo stati grandi amanti dello sport, non è mai tardi per incominciare.

Mettiamoci comodi fin dal mattino e via verso la zona più verde. Facciamo lunghe camminate e respiriamo a pieni polmoni.
Conduciamo uno stile di vita sano, eliminando il fumo, l’alcool e curiamo l’alimentazione.
La sera andiamo a dormire presto.

Autore dell'articolo: wp_8611019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *